Rispetto degli impegni presi: come mantenere le promesse

    Rispetto degli impegni presi: come mantenere le promesse
    • Aggiornato il: 31-10-2019

    Rispetto degli impegni presi: come mantenere le promesse

    L’importanza di mantenere gli impegni presi per migliorare la qualità delle relazioni con gli altri, e con se stessi.

    “Promettere costa poco, si dice, se poi non si mantiene l’impegno. E non farlo? Costa ancor meno, praticamente niente, basta girarsi dall’altra parte. Una promessa è un impegno, è il mettersi ancora in corsa, è il non sedersi su quel che si è fatto. Dà nuove responsabilità, obbliga a cercare, a trovare nuove energie.”
    (Gino Strada)

    Prendere impegni risulta molto semplice, rispettarli decisamente meno. Ogni promessa non mantenuta, non solo pregiudica la qualità delle nostre relazioni interpersonali, ma inconsciamente intacca la credibilità che abbiamo di noi stessi.

    La parola è uno dei valori che maggiormente contraddistingue gli esseri umani, e le promesse ne rappresentano la massima espressione, un elemento fondamentale di quello che Stephen R. Cowey, autore del bestseller “Le sette regole per avere successo”, definiva come il conto corrente emozionale.

    Il conto corrente emozionale è la metafora attraverso la quale Cowey descrive il livello di fiducia che esiste nelle relazioni con gli altri, e aggiungerei con se stessi. Gli impegni mantenuti rappresentano una forma di deposito che arricchisce il nostro conto, un investimento che ci tornerà utile per gestire con efficacia le situazioni più critiche della nostra vita relazionale.

    Consigli pratici per mantenere la parola data

    “Non dobbiamo promettere ciò che non dovremmo, per non essere chiamati a svolgere ciò che non possiamo.”
    (Abraham Lincoln)

    Impegni e promesse devono essere visti come un contratto che stipuliamo con la nostra coscienza, qualora non siano rispettati ci sono delle penali da pagare. In considerazione di quanto detto un impegno:

    – non deve esser preso con leggerezza;
    – non deve esser preso sulla spinta di un condizionamento esterno;
    – non deve esser preso in momenti di particolare euforia;
    – devi avere la certezza di poterlo mantenere.

    Fatta questa doverosa premessa, esistono alcuni stratagemmi per gestire l’agenda degli impegni con maggiore responsabilità:

    1. stabilisci una data limite entro la quale mantenerli, ed evita di aspettare l’ultimo momento;

    2. organizza i tuoi impegni su una agenda elettronica, e attiva dei reminder che te li ricordino con largo anticipo.

    3. definisci una penale da pagare qualora l’impegno assunto non sia mantenuto. La penale non deve essere qualcosa di simbolico, ma una cosa che ti pesa realmente fare;

    4. anche se ti è possibile rimandarlo, non farlo!

    Lascia una recensione

    avatar