Liberarsi dai condizionamenti

    Liberarsi dai condizionamenti
    • Aggiornato il: 31-10-2019

    Liberarsi dai condizionamenti

    Come liberarsi dei condizionamenti che limitano la qualità della nostra vita, e diventare persone più sicure e indipendenti.

    “Impara a piacere a te stesso. Quello che pensi tu di te stesso è molto più importante di quello che gli altri pensano di te.”
    (Lucio Anneo Seneca)

    Sin dalla nostra infanzia, siamo immersi in una moltitudine di esperienze e condizionamenti che plasmano il nostro modo di pensare, e le nostre aspettative nei confronti della vita.

    L’educazione familiare, la scuola, i gruppi sociali, i mezzi di comunicazione, la religione, sono tutti mezzi attraverso i quali impariamo cosa è giusto e cosa è sbagliato, cosa è piacevole e cosa è doloroso, e contribuiscono a consolidare il nostro sistema di credenze.

    Una volta che queste credenze sono sufficientemente radicate e diventano convinzioni, i nostri comportamenti si adattano a questi schemi mentali, a prescindere dal fatto che tali convinzioni incidano negativamente sulla qualità della nostra vita, e siano in conflitto con i nostri valori più profondi.

    Le 4 regole dell’indipendenza emotiva

    “Perché nessuno può sapere al tuo posto, nessuno può crescere al tuo posto. Nessuno può cercare al tuo posto. Nessuno può fare per te quello che tu stesso devi fare. L’esistenza non ammette rappresentanti.”
    (Jorge Bucay)

    Per limitare l’effetto negativo dei condizionamenti esterni, esistono quattro regole che dovresti adottare nel tuo stile di vita:

    1. Ricerca di approvazione – Elimina ogni dipendenza dalla ricerca di consenso e di approvazione altrui.

    Ricevere complimenti e sentirsi lusingati fa parte della natura umana, ed è assolutamente accettabile fino a quando il giudizio degli altri non diventa prevalente. Nel momento stesso in cui l’opinione che hai di te stesso dipende principalmente dall’opinione altrui, hai creato una pericolosa dipendenza che deve essere rimossa dal tuo sistema di credenze.

    2. Impara a dire NO – Quando andare incontro a una richiesta significa anteporre continuamente gli interessi altrui ai propri, bisogna avere il coraggio di dire “no”, senza paura di perdere la stima o l’amore della persona che ha fatto la richiesta. Se veramente ci apprezza capirà.

    3. Non aver paura delle apparenze – Nella società odierna l’immagine è diventata uno dei principali canali di comunicazione, e condiziona pesantemente il nostro modo di pensare e di agire. La cura della propria immagine, come della forma, è apprezzabile a patto di non trascurare aspetti fondamentali del nostro essere quali la coerenza con i nostri valori, la crescita, il contribuire, e il mantenimento di relazioni di qualità.

    4. Non eccedere con la fiducia verso gli altri – La tua onestà non deve portarti a credere automaticamente che le altre persone agiscano sempre con correttezza. Non fidarti mai troppo in fretta, le persone cambiano, e solitamente non avvisano. La fiducia va guadagnata.

    Ricorda che…

    “Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Quindi: vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore: ciò che vuoi. La vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Quindi: canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita, prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.”
    (Charlie Chaplin)

    Per rafforzare il tuo sistema di credenze ricorda che:

    1. Non puoi piacere a tutti – Siamo persone uniche e irripetibili, con i nostri punti di vista e le nostre opinioni. Le critiche che riceviamo vanno sempre considerate nelle loro componenti costruttiva e distruttiva; una critica costruttiva non generalizza, si focalizza su aspetti specifici del problema, e fornisce una nuova chiave di lettura che può rappresentare un grande arricchimento personale.

    2. Nessuno ti conosce meglio di te stesso – Anche se non esiste una verità assoluta, la tua verità è quella che risulta coerente con la tua coscienza e i tuoi obiettivi. Le opinioni altrui possono integrare questa verità, ma non devono diventare la parte dominante.

    3. Essere autentici premia – Abituati ad agire coerentemente con quello che sei, con i tuoi pregi, i difetti, le passioni, e le debolezze, perché nel momento in cui ti nascondi dietro una maschera e smetti di essere autentico, stai creando le basi per perdere la credibilità verso te stesso.

    Lascia una recensione

    avatar