I livelli logici di Robert Dilts

    • Aggiornato il: 06-10-2019

    I livelli logici di Robert Dilts

    Il modello dei 6 livelli logici di Robert Dilts.

    “Per trasformare la visione in azione devi portare consapevolezza sul Chi, Perché, Come, Cosa, Dove e Quando.”
    (Robert Dilts)

    Il modello dei livelli logici elaborato da Robert Dilts, padre della PNL sistemica, è un modello che permette di accelerare i processi di cambiamento personale attraverso l’analisi di 6 livelli rappresentativi dei nostri schemi mentali.

    Il concetto dei livelli logici fu introdotto dall’antropologo inglese Gregory Bateson, che lo aveva sviluppato focalizzandosi sulle dinamiche dell’apprendimento. Robert Dilts, studente di Bateson, ne effettuò una rielaborazione in ottica PNL secondo la quale lo schema che caratterizza ogni processo mentale attraversa sei livelli, che partono dall’ambiente e arrivano fino alla spiritualità e alla missione di vita dell’essere umano.

    Poiché questi livelli sono dipendenti fra loro, apportare una modifica a un determinato livello significa automaticamente modificare tutti gli altri livelli, e in particolar modo i livelli sottostanti.

    I primi tre livelli sono relativi a fattori esterni e facilmente misurabili:

    1. Ambiente (Dove? Quando?)

    “Le fondamenta di tutto quello che abbiamo e che siamo stanno nell’ambiente fisico.”
    (Robert Dilts)

    Il livello ambiente rappresenta il contesto fisico e sociale che frequentiamo abitualmente, risponde alla domanda: “Dove? Quando?”.

    Influenza direttamente i nostri comportamenti, e può essere percepito come un elemento ricco di stimoli e opportunità, oppure come un insieme di vincoli che limitano la qualità della nostra vita.

    2. Comportamento (Cosa?)

    “Due persone possono trovarsi nello stesso ambiente, uno ha successo, l’altro no, sulla base dei loro comportamenti.”
    (Robert Dilts)

    Il livello comportamento identifica i comportamenti adottati all’interno del livello ambiente, risponde alla domanda: “Cosa?”.

    La qualità dei comportamenti e delle azioni intraprese all’interno degli ambienti che caratterizzano la nostra vita, permette di sviluppare nuove capacità e coltivare i nostri talenti.

    3. Capacità (Come?)

    Il livello capacità è l’insieme delle abilità che ci caratterizzano, risponde alla domanda: “Come?”.

    Ogni volta che incrementiamo la qualità delle nostre abilità, generiamo nuove convinzioni che migliorano il nostro livello di autoefficacia, la capacità del “fare”.

    Per approfondire: Autoefficacia

    I rimanenti tre livelli proposti da Dilts sono maggiormente introspettivi, e richiedono una buona capacità di autoanalisi:

    4. Convinzioni e valori (Perché?)

    “È risaputo che se qualcuno crede veramente di poter fare qualcosa la farà, e se crede che qualcosa sia impossibile nessuno sforzo la convincerà che la si possa realizzare.”
    (Robert Dilts)

    Il livello convinzioni e valori rappresenta la bussola in grado di orientare la nostra vita, e determina il perché facciamo quello che facciamo. Risponde alla domanda: “Perché?”.

    Per approfondire: Convinzioni limitanti: come liberarsene

    5. Identità (Chi?)

    Il livello identità rappresenta il modo in cui ti percepisci, le convinzioni che hai riguardo te stesso. Risponde alla domanda: “Chi?”.

    L’immagine di sé influenza direttamente tutti i livelli sottostanti, e determina il tuo livello di integrità, ovvero la coerenza fra come ti vedi, i tuoi valori, e i tuoi comportamenti.

    Per approfondire: Identità personale e identità sociale

    6. Spirito Scopo (Per chi? Per cosa?)

    Il livello spirito scopo è un livello trascendentale che mette al primo posto la propria missione di vita, il contributo, e l’appartenenza alla collettività. Risponde alla domanda: “Per chi? Per cosa?”.

    Per approfondire: I valori guida

    Allineamento dei livelli sullo stato d’animo

    Quando nasce un disallineamento fra questi livelli, diventiamo facile preda di stati d’animo negativi che possiamo riequilibrare contestualizzando le nostre emozioni all’interno del modello proposto da Dilts:

    1. Ambiente (Dove? Quando?)

    “Quando si sono manifestate queste emozioni/sensazioni?”

    ___________________________________

    “In quale contesto ambientale?”

    ___________________________________

    2. Comportamento (Cosa?)

    “Quali comportamenti hai adottato in risposta a tali emozioni/sensazioni?”

    ___________________________________

    “Cosa potrebbe averti condizionato?”

    ___________________________________

    3. Capacità (Come?)

    “Quali capacità e quali risorse potresti utilizzare per affrontare la situazione con maggiore efficacia?”

    ___________________________________

    4. Convinzioni e Valori (Perché?)

    “Quali sono le convinzioni e i valori che ti hanno spinto a pensare e agire in quel modo?”

    ___________________________________

    5. Identità (Chi?)

    “Quale ruolo hai adottato in quel particolare contesto?”

    ___________________________________

    6. Spirito Scopo (Per chi? Per cosa?)

    “Per chi o per cosa ritieni sia importante l’esperienza che sta vivendo?”

    ___________________________________

    Il modello dei livelli logici è una preziosa guida che ci aiuta a sviluppare una maggiore consapevolezza dei nostri pensieri, delle nostre emozioni e dei nostri comportamenti. Una volta raggiunta tale consapevolezza è fondamentale agire.

    Rileggendo con attenzione le risposte date, identifica quelle che ritieni maggiormente limitanti, definisci le relative azioni correttive e, come dice Dilts, sfrutta il potere della consapevolezza per trasformare la tua visione in azione indicato almeno tre cose che intendi fare per gestire con efficacia la situazione:

    ___________________________________

    ___________________________________

    ___________________________________

    Continua la lettura: Il Condizionamento Neuro-Associativo
    Torna a: Pillole di PNL

    Lascia una recensione

    avatar