Mente

    • Categoria: Mente
    falsi miti sul cervello
    • Aggiornato il: 15-10-2021

    5 falsi miti sul cervello che cambieranno la vostra vita

    “La mente che riesce ad allargarsi non torna mai alla dimensione precedente.”
    (Albert Einstein)

    Aristotele riteneva che il cervello fosse una camera di raffreddamento per il cuore, i filosofi medievali lo rappresentavano come una dimora dell’anima, la teoria della frenologia lo descriveva come un puzzle in cui ogni tessera produce una differente qualità umana, fino ad arrivare alla metafora della battaglia platonica culminata nella teoria dei tre cervelli di Paul MacLean.

    Non è noto quali saranno le evoluzioni future adottate dalla scienza nella descrizione delle strutture cerebrali. Ciò che è certo, è che nel corso del tempo si sono accumulati una serie di falsi miti che condizionano negativamente il modo in cui immaginiamo funzioni la nostra mente. Miti che è necessario sfatare per imparare a utilizzare con efficacia l’organo che più di ogni altro contraddistingue la natura umana…

    Continua la lettura: 5 falsi miti sul cervello che cambieranno la vostra vita

    autoinganno
    • Aggiornato il: 05-05-2021

    Autoinganno: la trappola del mentire a se stessi

    “Le convinzioni, più delle bugie, sono nemiche pericolose della verità.”
    (Friedrich Nietzsche)

    L’autoinganno, il processo di mentire a se stessi più o meno consapevolmente, è una forma di autosabotaggio particolarmente subdola che rispecchia la tendenza della mente a tutelare la nostra integrità, intesa come coerenza con l’idea che abbiamo di noi stessi, di quello in cui crediamo, dei nostri valori e del mondo che ci circonda…

    Continua la lettura: Autoinganno: la trappola del mentire a se stessi

    biohacking del sonno
    • Aggiornato il: 21-05-2021

    Biohacking del sonno

    “Dormire, sfortunatamente, non è un lusso facoltativo nella vita. Il sonno è una necessità biologica non negoziabile. È il vostro sistema di sostegno vitale e finora è il miglior sforzo di madre natura verso l’immortalità. E la decimazione del sonno in tutte le nazioni industrializzate sta avendo un effetto catastrofico sulla nostra salute, il nostro benessere, anche sulla sicurezza e l’istruzione dei nostri figli. È un’epidemia silenziosa di carenza di sonno, e sta diventando velocemente una delle più grandi sfide sulla salute che affrontiamo nel XXI secolo.”
    (Matthew Walker)

    Le indicazioni dei maggiori esperti del sonno, suggeriscono chiaramente quanto dormire dalle sette alle otto ore consecutive sia uno dei fattori determinanti per preservare il proprio benessere psicofisico.

    Se questo non avviene aumenta la probabilità che insorgano malattie cardiovascolari, l’Alzheimer, il diabete, e venga compromesso il nostro equilibrio psicologico con la comparsa di ansia e depressione. Il detto popolare: “chi dorme non piglia pesci”, è confutato dal numero elevato di processi che possono essere penalizzati a causa di un sonno di bassa qualità.

    Continua la lettura: Biohacking del sonno

    autoriflessione
    • Aggiornato il: 28-03-2021

    Autoriflessione: 10 domande da farsi quotidianamente

    “L’ignorante afferma, il sapiente dubita, il saggio riflette.”
    (Aristotele)

    Una delle principali abilità che permette di esprimere tutto il potenziale di cui siamo dotati, consiste nello sviluppare una profonda consapevolezza di sé.

    Il modo migliore per allenare questa preziosa dote, è stimolare l’autoriflessione attraverso il potere delle domande…

    Continua la lettura: Autoriflessione: 10 domande da farsi quotidianamente

    problem solving
    • Aggiornato il: 28-03-2021

    Problem Solving: l’arte di risolvere i problemi

    “Che peccato che gli esseri umani non possano scambiarsi i problemi. Tutti sembrano sapere esattamente come risolvere quelli degli altri.”
    (Olin Miller)

    Il problem solving può essere definito come quell’insieme di abilità e di strategie che permettono di risolvere con efficacia problemi di qualunque natura.

    Parliamo di una vera e propria arte che richiede di miscelare sapientemente razionalità, creatività, capacità di circoscrivere e semplificare il problema, adottando punti di osservazione non convenzionali che arricchiscono l’insieme delle possibili soluzioni.

    Continua la lettura: Problem Solving: l’arte di risolvere i problemi

    attenzione
    • Aggiornato il: 28-03-2021

    I segreti dell’attenzione

    “Il regalo più prezioso che possiamo fare a qualcuno è la nostra attenzione.”
    (Thich Nhat Hanh)

    Sei consapevole delle cose a cui rivolgi la tua attenzione nel corso della giornata?

    Quante volte capita di essere totalmente assorbiti dal lavoro, dagli impegni, dai problemi quotidiani, e perdere completamente di vista le cose importanti che caratterizzano la nostra vita.

    Se utilizzata con consapevolezza, l’attenzione è una abilità che può radicalmente cambiare in meglio la nostra percezione del mondo. Per la mente le cose su cui ci focalizziamo diventano importanti, rendendo irrilevante tutto il resto.

    L’attenzione è un processo cognitivo molto complesso, che può essere descritto attraverso tre caratteristiche…

    Continua la lettura: I segreti dell’attenzione

    effetto zeigarnik
    • Aggiornato il: 28-03-2021

    Effetto Zeigarnik: cos’è e come può esserti utile

    “La mente ama l’ignoto. Ama le immagini il cui significato è sconosciuto, poiché il significato della mente stessa è sconosciuto.”
    (René Magritte)

    L’effetto Zeigarnik è un curioso stato della mente scoperto dalla psicologa lituana Bluma Zeigarnik, che ha trovato numerose applicazioni pratiche nell’ambito del marketing e della narrativa.

    L’intuizione che anticipò la scoperta di questo particolare fenomeno psicologico avvenne casualmente nel lontano 1926. Bluma Zeigarnik è seduta in un ristorante di Vienna ed osserva incuriosita la capacità dei camerieri di memorizzare le ordinazioni dei clienti. L’aspetto che la colpisce maggiormente, è l’abilità dei camerieri di ricordare con estrema precisione gli ordini non ancora conclusi, dimenticandoli immediatamente dopo averli serviti.

    Poiché la Zeigarnik, oltre ad essere dotata di un ottimo spirito di osservazione, era anche molto curiosa, volle approfondire queste dinamiche reclutando un gruppo di volontari ed iniziando un esperimento molto particolare…

    Continua la lettura: Effetto Zeigarnik: cos’è e come può esserti utile

    Multitasking
    • Aggiornato il: 28-03-2021

    La trappola del multitasking

    “È stato uno dei miei mantra, concentrazione su una cosa e semplicità.”
    (Steve Jobs)

    Praticare il multitasking, ovvero tentare di gestire più compiti contemporaneamente nel corso della giornata, è davvero un vantaggio?

    Il fenomeno del multitasking si è sviluppato con l’avvento dei primi calcolatori in grado di eseguire più programmi contemporaneamente. Parliamo di un periodo in cui andava di moda paragonare il funzionamento dei computer a quello del cervello umano, che ha generato il falso mito secondo cui lavorare in multitasking fosse sinonimo di produttività…

    Continua la lettura: La trappola del multitasking

    Stile di apprendimento
    • Aggiornato il: 06-03-2021

    Stile di apprendimento: cos’è e perché è importante nello studio

    “L’unica persona che si può ritenere istruita è quella che ha imparato come si fa ad imparare.”
    (Carl Rogers)

    Ogni strategia che permette di studiare velocemente e con efficacia, non può prescindere dalla conoscenza delle caratteristiche personali che accelerano il processo di acquisizione ed elaborazione delle informazioni.

    L’insieme di queste caratteristiche determina il nostro stile di apprendimento – o stile cognitivo – che, una volta noto, permette di indirizzare le metodologie di studio verso l’utilizzo di strumenti specifici…

    Continua la lettura: Stile di apprendimento: cos’è e perché è importante nello studio

    La teoria dei tre cervelli
    • Aggiornato il: 07-08-2021

    La teoria dei tre cervelli di Paul MacLean

    “L’evoluzione preferisce aggiungere a ciò che è già stato creato, piuttosto che cominciare da zero. Perciò, quando gli umani hanno avuto bisogno di nuove abilità, il nostro cervello primitivo non è stato rimpiazzato con un modello completamente nuovo, ma il nuovo sistema di autocontrollo è stato inserito sopra il vecchio sistema di impulsi e istinti.”
    (Kelly McGonigal)

    Le moderne neuroscienze hanno dimostrato che il nostro cervello potrebbe essere paragonato ad un piccolo condominio abitato da tre inquilini molto diversi fra loro, che quotidianamente collaborano e competono in un processo continuo, in grado di condizionare direttamente la qualità del nostro benessere psicofisico.

    Continua la lettura: La teoria dei tre cervelli di Paul MacLean