Ansia: come nasce e come gestirla

    Ansia: come nasce e come gestirla
    • Aggiornato il: 31-10-2019

    Ansia: come nasce e come gestirla

    Una strategia in 3 passi per gestire l’ansia.

    “La nostra ansia non viene dal pensare al futuro, ma dal volerlo controllare.”
    (Khalil Gibran)

    L’ansia è una emozione che nasce per soddisfare il nostro bisogno di sicurezza, si alimenta di scenari futuri disastrosi che spesso non corrispondono alla realtà, e ci spinge a prevedere e cercare di controllare situazioni che spesso non dipendono da noi. Quando questo atteggiamento mentale viene protratto nel tempo, è in grado di generare paure e preoccupazioni che incidono negativamente sulla qualità della nostra vita.

    Il segnale legato a questa emozione richiede:

    1. Accettazione

    Il primo passo per affrontare l’ansia, è accettare che la parte più antica della nostra mente si è sviluppata per proteggerci dal pericolo. La tendenza a voler controllare il futuro è un normale riflesso del nostro istinto di sopravvivenza, e genera continuamente pensieri negativi che acquistano forza nel momento stesso in cui ci identifichiamo con essi (fusione cognitiva).

    Per approfondire: Accettazione

    2. Defusione

    Noi non siamo i nostri pensieri, ma molto di più, e attraverso una pratica di accettazione chiamata defusione cognitiva, possiamo imparare a osservarli con maggiore distacco, limitandone il condizionamento.

    Per approfondire: La defusione cognitiva

    3. Vivere il presente

    L’unico momento che abbiamo per godere della nostra vita è il momento presente. Chi vive nel presente non può provare ansia, perché questa emozione di manifesta quando proiettiamo i nostri pensieri nel futuro. Questo significa che uno dei metodi più efficaci per gestirla, è imparare a focalizzare la nostra attenzione sul momento presente.

    Per approfondire: Qui ed ora: vivere il momento presente

    I passi descritti possono essere allenati attraverso la mindfulness, una pratica meditativa che diverse ricerche hanno dimostrato essere estremamente efficace per gestire stati di stress e di ansia.

    Per approfondire: Mindfulness: l’importanza della consapevolezza

    Le tecniche e i consigli che vengono illustrati sono il risultato di studi ed esperienze personali orientate al miglioramento del potenziale individuale. Se ritieni che la qualità delle tue emozioni inizi ad essere invalidante, o sei a conoscenza di disturbi fisici o psicologici, rivolgiti a uno specialista del settore.

    Lascia una recensione

    avatar